Come promuovere un blog

Come promuovere un blog

Avere un blog funzionante significa avere traffico/pubblico e per questo serve una strategia.

Il blog è uno strumento potente ed è la base per tutto ciò che trovi online. Utile per creare un proprio spazio e comunicare, per creare un proprio brand, per pubblicizzare un proprio servizio/capacità, per condividere consigli e aiutare gli altri, per guadagnare.

Siamo tutti d’accordo che perché un blog funzioni bisogna avere dei lettori quindi traffico e per questo serve una strategia e sapere come promuovere un blog.

Io parlo sempre del blog nei miei articoli e video, non parlo di sito ma proprio di blog e c’è una ragione per questo. Il sito ha lo scopo di mostrare un’azienda/prodotto mentre il blog di comunicare attraverso gli articoli che possono essere condivisi su molte piattaforme e quindi è molto più facile promuovere.

Vediamo alcune strategie per promuovere un blog:

1. Identificare il target

Cominciamo con uno dei primi step da fare e che ho fatto anch’io.

Chiediti:

Di cosa scrivo?

Per chi scrivo?

Su che piattaforme passano il tempo le persone per cui scrivo?

Quindi la prima cosa da fare è identificare il tuo potenziale target (lettori) – chi sono, quanti anni hanno… Questo ti farà capire meglio dove cercare possibili lettori e dove concentrarti – su quale rete social – quindi dove si può crescere.

2. Identificare i social più adatti.

La più grande parte del pubblico online è presente sui social media – quindi la seconda cosa da fare per promuovere un blog è imparare come funzionano i social – quindi trovare i social più adatti per te ed il tuo blog.

I principali ora sono (non in ordine): Facebook, Pinterest, Instagram, YouTube, LinkedIn, TikTok, Twitter. Non devi usarli tutti anzi – non usarli tutti – scegli 2 massimo 3 e concentrati su quelli.

Comincia con quello che hai già e che conosci.
Se hai per esempio Facebook – i tuoi primi lettori potrebbero essere proprio loro. Non sottovalutare questa possibilità, potresti chiedergli anche di condividere i tuoi articoli. Non saranno i tuoi amici di Facebook che ti faranno crescere, ma è un buon inizio.
Su Facebook funzionano bene i gruppi – per esempio se parli di cucina ci sono gruppi di cucina dove puoi condividere i tuoi articoli, se parli di crescita personale o make-up o di sport o libri – è probabile che ci siano gruppi su quell’argomento, se parli di minimalismo ci sono gruppi anche per quello. Un consiglio: crea articoli brevi e chiari che vanno dritti al punto e aggiungi una bella immagine di copertina (in grado di attirare l’attenzione) – se è un buon articolo sicuramente verrà condiviso da altre persone.

Per chi non sa, il mio blog è su minimalismo, crescita personale e uno stile di vita sano e le maggiori fonti di traffico sul mio blog sono:
– Youtube
– Pinterest
– Instagram/Facebook

E qui voglio fare differenza tra una piattaforma social dove puoi crescere in modo organico (senza pagare) – per esempio Pinterest, e una dove devi pagare se ti vuoi far conoscere – per esempio Facebook. Potrebbe essere diverso per il tuo blog.

Probabilmente mi hai conosciuta tramite YouTube – la mia piattaforma preferita, ma ti voglio dire che prima di YouTube la fonte principale del mio traffico sul blog è stato Pinterest.
Sì, Pinterest generava l’80% del mio traffico sul blog, adesso circa il 50%. Ti consiglio infatti di dare un’occhiata al mio profilo e prendere spunto.

Visto il potere di Pinterest (che molti non conoscono), a breve creerò un articolo dedicato interamente a questo. Intanto ti lascio con le mie bacheche preferite qui.

Non dimenticare di testare anche nuove piattaforme, quelle nuove di solito danno più visibilità.

3. Usare una piattaforma che usano anche altri blogger

Se non hai ancora creato il tuo blog, ti consiglio di crearlo con la piattaforma che usano la maggior parte dei blogger che ho utilizzato anch’io. E’ un fattore molto importante, per interagire e commentare, per facilitare l’accesso, per la velocità del tuo sito/blog.

Per più dettagli su come ho creato il mio blog e che piattaforme ho usato vai all’articolo: Come ho creato il mio blog. 

4. Usare il blog per creare contenuti su altri canali

Usare il blog come base per creare contenuti su altri canali social – come faccio io su YouTube, Instagram e Facebook.

Usa il tuo articolo per creare un video da postare su uno o più social media, usa un paragrafo per un post, usa una frase per creare un’immagine.

5. Creare engagement

Quando crei contenuti, pensa a come renderli più interattivi. Fai domande sia durante sia alla fine degli articoli, fai in modo che vogliano rispondere. Rispondi a tutti i commenti che ricevi, facendo altre domande dove possibile.
Crea dei contenuti condividili sui social che altre persone possano usare e poi condividere per esempio:
Template: io ho creato uno con frasi di gratitudine
– Check-list utili come ho fatto io per la morning routine o per il minimalismo, un altro esempio è la lista della spesa, o qualsiasi altro tipo di lista in base a ciò che fai.
Non dimenticare di chiedere di condividere e taggarti.

6. Creare community

Per creare una community è importante comunicare in modo chiaro il proprio posizionamento: chi sei e in cosa credi. Le persone che si sentiranno simili a te diventeranno la tua community.
Potrebbe essere utile creare una newsletter come ho fatto anch’io – vedi qui – che mando ogni settimana a chi è iscritto con pensieri, aggiornamenti, informazioni extra etc.

7. PDF gratuito

Sia per fare engagement sia per creare community uno strumento utile è creare un pdf gratuito con informazioni che i tuoi lettori possano trovare utili. Di cosa parla il tuo blog? In cosa sei bravo? O in cosa vorresti diventare bravo – se sei specializzato in qualcosa scrivi di quello, altrimenti potresti essere un insieme di ricette, una guida su come risparmiare, come viaggiare low cost, consigli di una mamma su come allattare – gli argomenti sono infiniti.

Un ultimo consiglio, indifferente di quello che stai facendo/creando – divertiti – ti aiuterà a lungo termine.

Buon lavoro.

 

Articoli correlati:

– 20 Motivi per aprire un blog

– Come creare un blog

– 10 TOP consigli per nuovi blogger  

10 TOP consigli per nuovi blogger | Crea il tuo spazio

10 TOP consigli per nuovi blogger | Crea il tuo spazio

Se mi avessi detto anche solo 3 anni fa che avrei avuto un mio blog e avrei scritto articoli, io, articoli, non ci avrei mai creduto. Mi ricordo quando durante la triennale un collega mi aveva chiesto di scrivere un articolo per il suo blog, ho riso e ho rifiutato, sicura di non essere in grado di scrivere nemmeno UN articolo. Non per nulla sono diplomata in ragioneria e laureata in economia e non in lettere.

Ci sono persone che mi scrivono che non sanno che argomento scegliere per il proprio blog perché hanno troppe passioni. Ecco, io ero il contrario, non avevo nemmeno una.
Pensavo che la mia vita non fosse interessante e che non abbia idee interessanti ma soprattutto che non fossi in grado di scrivere.

Poi è successo qualcosa, cambiai alimentazione e cominciai a leggere tanti blog di cucina, di salute e stile di vita. Ero così entusiasta delle mie scoperte che cominciai a scrivere ovunque, sul telefono, sul computer, a lavoro creavo delle email che mandavo a me stessa per non dimenticare i miei pensieri. Mi sentivo così ispirata e così libera. Mi rendo conto ora che forse avevo solo bisogno di input giusti, non di lezioni sul conto economico o diritto commerciale ma sulla vita, su quanto sia bello essere consapevoli

Ora ho un blog con più di 60.000 visualizzazioni mensili e ricevo quotidianamente domande e richieste di consigli.
Ma quello che mi ha stupita più di tutte è stato sentirmi dire da qualcuno che il mio blog gli ha aperto gli occhi su un mondo completamente nuovo.

Qualcosa di banale ma molto importante che faccio è dedicarmi al 100% quando scrivo. Se qualcuno mi dice qualcosa nemmeno lo sento, in quel momento do importanza solo al contenuto e ai miei pensieri ma anche emozioni.

Se vuoi cominciare direttamente con la creazione pratica ti consiglio di andare al mio articolo su come creare un blog in pochi minuti.

Di seguito troverai i miei 10 top consigli per nuovi blogger, per chi si vuole avvicinare a questo mondo meraviglioso di blogging.

1. Inizia con WordPress

Ho pubblicato un articolo molto dettagliato su come creare un blog in WordPress – e precisamente come io ho creato il blog.

Tutti i blogger che conosco usano WordPress ed è quello che consigliano. Precisamente WordPress.org che ti permette di avere il dominio pulito come spaziogrigio.com e non spaziogrigio.wordpress.com. Non è gratuito (è necessario pagare un hosting, WordPress di per sé è gratuito) ma il prezzo non è alto e vale la pena (io non ricevo nulla a consigliarvi WordPress).

Capisco il desiderio di creare un blog gratuito finché non si è sicuri di essere in grado di gestirne uno o per vedere come funziona/se possibile guadagnare ma non lo potrete veramente capire con un blog gratuito. È come provare a gareggiare ad una gara di moto con una bicicletta per vedere come va prima di comprare la moto. Non potrà mai funzionare. Credimi è meglio aver “perso” pochi euro che restare con il dubbio “se avessi creato un blog professionale…”.

2. Trova una nicchia

Non puoi cominciare a scrivere articoli, così come fare video o creare qualsiasi altro tipo di contenuto senza aver deciso prima a chi questi contenuti sono indirizzati.

– Ricette vegane principianti
– Yoga e meditazione per giovani
– Viaggi in Asia
– Moda eco sostenibile

SpazioGrigio è principalmente un blog di crescita personale, per chi vuole migliorare la propria vita tramite il minimalismo, la routine mattutina e un’alimentazione sana.

Se hai un blog preferito, condividi il link qui sotto. Mi piace trovare sempre nuovi siti da esplorare.

3. Prendi ispirazione da chi ce l’ha fatta

Ispirarsi e copiare sono due cose diverse.
Va benissimo prendere ispirazione. Nulla al giorno d’oggi è veramente originale, parte tutto da un’idea già vista e poi modificata/elaborata a proprio piacimento. Potrai non essere d’accordo, ma è così. Quante volte ho avuto “idee geniali” per poi scoprire che c’erano già, questo significa che inconsciamente avevo visto qualcosa di simile che ho fatto diventare mio pensando che fosse un’idea originale. E per riuscire a fare tua un concetto esistente devi… vai al punto successivo.

4. Abbi personalità

Se mostrerai la tua vera personalità, rischi di non piacere a qualcuno, ma se non ne mostrerai proprio rischi di non piacere a nessuno.
Io cerco di mettermi nella posizione di chi legge e mi chiedo, dopo aver finito un articolo, chi leggerà per la prima volta questo articolo andrà a leggere il blog? C’è qualcosa di speciale/diverso? C’è un valore aggiunto?
Quando mostri la tua personalità le persone possono relazionarsi e sentirti come loro amico/a.
A me piace leggere come persone REALI affrontano un problema o creano qualcosa. Se voglio fare un viaggio non leggo ciò che scrive un’agenzia di viaggi ma una persona che ha fatto quel viaggio e lo racconta nel suo blog.

5. Produrre contenuti di alta qualità

Se hai intenzione di fare blogging e lavorare online, assicurati di produrre contenuti di alta qualità. Se stai promuovendo contenuti noiosi o che non aggiungono valore, stai solo perdendo tempo. Mettiti nella posizione di chi leggerà i tuoi contenuti.

6. Essere attivo sui social media

Se vuoi diventare un blogger, penso che sia necessario disporre di un account Facebook/Instagram e Pinterest. Anche se non sai ancora bene usarlo, crea un account e lo capirai passo dopo passo.

I social media sono un’ottima fonte di traffico, un modo per tenere aggiornati i lettori su cosa stai lavorando, sui nuovi articoli e magari sui behind the scenes, ma anche un modo per fare networking con altri blogger. Collaborare con altri blogger e farsi pubblicità a vicenda è una delle migliori tipologie di pubblicità perché è gratuita e perché è sincera.

7. Assicurati che tutti i tuoi link funzionino

Qualcosa di molto fastidioso è quando i link non funzionano. Che siano link a dei prodotti (che magari hai recensito) o ai tuoi canale social, assicurati che funzionino. Non devi controllare solo quando crei l’articolo ma regolarmente. Io mi prendo del tempo mensilmente per andare su tutti i miei articoli e video e cliccare sui link e cambiarli se non funzionano o se i prodotti non sono più disponibili. Succederà, tuttavia, di averne qualcuno non funzionante e va bene, sono sicura di averne anch’io, l’importante è che non siano la maggior parte.

8. Non farti condizionare da statistiche/numeri

Controllare le statistiche è importante, è da fare una volta al giorno o una volta in qualche giorno. Non farti però condizionare da queste. So che vuoi sapere quanti stiano leggendo il blog ma se controlli ogni 15 minuti, probabilmente stai verificando troppo!
La crescita non succederà da un giorno all’altro, l’importante è on fermarsi a un passo dal successo.

9. Non preoccuparti di finire le idee

È qualcosa che mi chiedevo sempre prima di aprire il blog ed il canale YouTube: come fanno gli altri a non finire le idee?
Ora ho abbastanza idee per articoli e video per almeno 6 mesi. Quando entri in questo mondo la tua creatività si sviluppa e un’idea porta ad un’altra. Spesso i tuoi lettori ti daranno idee o ti faranno domande che ti ispireranno a creare altri contenuti. Altre volte sarà un libro o un video o un film a darti l’ispirazione.
Credimi è l’ultima cosa di cui preoccuparti.

10. Investi nelle tue conoscenze

Il miglior investimento è quello in sé stessi. Risparmia in altri ambiti per poi indirizzare le tue risorse per un buon libro, per un corso, per un e-book, per un webinar. Questo è ciò che ti renderà soddisfatto e ti aiuterà a crescere sia personalmente sia professionalmente.

 

Questi erano i miei consigli per nuovi blogger.

Quali consigli di blogging hai per un nuovo blogger? Quali errori di blogging hai fatto? Condividi la tua storia qui sotto – per aiutare me e gli altri che si avvicinano a questo mondo.